Tool per twitter

Social Bro

Social Bro si installa come applicazione sul proprio pc e fornisce dati in sincronizzazione col proprio account.
Le funzionalità utili che offre sono diverse e numerose. A partire dalla sezione “dashboard” offre nella schermata iniziale dati circa i propri followers, i following e un grafico che mostra le tendenze di crescita della propria community di utenti. Sopra troverete un editor per scrivere i vostri tweet, mentre sotto saranno presenti una serie di tool di sicura utilità. Potete anche sapere chi non vi segue più, quali sono i vostri followers più attivi e col miglior rapporto followers/following, avere dettagliati report e analisi sulla vostra attività in Twitter e coinvolgere e trovare influencer per campagne di digital pr e testing di prodotti e servizi da lanciare in anteprima.

Topsy

E’ il motore di ricerca per il social web, focalizzato soprattutto su Twitter. E’ diventato lo strumento irrinunciabile soprattutto dopo l’eliminazione di Google Real-Time Search.

ReTweet

Cliccate sui vostri tweet e vedrete chi vi ha retwittato, chi di loro ha una maggiore esposizione e il numero totale di utenti a cui i vostri tweet sono stati esposti.

TweetWally

Questo tool vi permette di effettuare ricerche per hashtag, username e keywords per poter creare il vostro TweetWally, ovvero una sorta di pagina web che racchiude tweet e tweeters attorno ad un dato argomento. Settate tutte le impostazioni, sarà possibile personalizzare il tema del wall, decidere l’argomento e le keywords associate e personalizzare la url del wall. Avrete così uno stream di tweet di utenti che parlano dell’argomento che potrà essere seguito dagli utenti direttamente da una url personalizzata. Questo è un ottimo tool da utilizzare per eventi e conferenze nei quali vogliamo offrire un servizio di live tweet!

Parrotfish

E’ un’applicazione da scaricare sul proprio pc che permette di filtrare i tweet e i link dei contenuti per providers , anteprime, sicurezza e con supporto di codice html5.
ParrotFish e’ sicuramente un tool che permette al community manager di risparmiare un sacco di tempo nell’esplorazione dei tweet, visionando solo quelli che realmente possono interessare.

TweetLevel

TweetLevel vi permette di calcolare il livello di un account Twitter tenendo presente fattori quali: popularity, engagement e trust. Vi dice inoltre quali sono gli argomenti di cui più si parla, per mezzo di una tag cloud, chi sono i tweeter più influenti dell’account, quali i tweeter influenzati maggiormente dai propri tweet e quali sono i tweeter esterni al proprio account che parlano spesso degli stessi argomenti. Un altro ottimo strumento per trovare influencer da noi e dai nostri competitors.

Twilert

Twilert funziona grossomodo come per Google Alert e permette di ricevere email che monitorano determinate keywords su Twitter. Ideale se non avete molto tempo per monitorare il tutto giornalmente stando su Twitter.

TwitImportance

Se volete comparare all’istante 2 account Twitter per sapere qual è il più importante dei 2 sulla base dell’analisi dei followers degli account e dei followers dei rispettivi followers, TwitImportance è il tool che fa per voi!

Pubblicato in Twitter | Lascia un commento

Geo-marketing per hotel

Pubblicato in GEO | Lascia un commento

Facebook SEO

Da un po’ di tempo il titolo della pagina corrisponde al title tag che poi andremo a visualizzare nelle serp di Google. Ecco perché qui sarebbe opportuno inserire, il nome del brand prima di tutto a cui associare al massimo una o due parole chiave di interesse.

Non riempiamo il titolo della pagina di keywords, ma se puoi utilizza solo il brand name nel titolo dato che da qualche giorno nei title dei risultati della pagina vengono ora mostrati sia le sotto-categorie che associamo andando in “Informazioni di base” della pagina, sia la localizzazione geografica inserita e quindi, la città, che adesso Facebook inserisce nel title tag della pagina.
Quindi nelle sotto-categorie possiamo inserire fino a un massimo di 3 parole chiave che possano identificare il nostro business, limitati però dal fatto che la scelta delle keywords è tra quelle proposte da Facebook stesso. Inoltre sarà possibile, per chi creerà pagine in futuro, usare il campo “nome della pagina” per inserire solo il nome dell’azienda e/o prodotto e sfruttare le sotto-categorie per le keywords, dando così modo alla fanpage di essere ricercata sia per le keywords associate, sia per il nome brand e sia per la geolocalizzazione. Ritengo questo cambiamento molto utile per il SEO optimization delle fanpage.

Ogni status update postato sulla fanpage ha un SEO Title. Nello specifico le keywords inserite nei primi 18 caratteri hanno valore seo, è bene quindi sfruttare l’associazioni tra keywords e i nostri link (deve esserci una certa corrispondenza e tematicità) quando postiamo qualcosa sulla fanpage.

Nella seo classica la url statica e ricca di keywords ha un piccolo impatto sul ranking ma un impatto più alto sul click-through rate dell’utente, e quest’ultimo è anche un fattore di ranking. Per cui su Facebook possiamo ottimizzare le url richiedendone la personalizzazione dopo il raggiungimento di almeno 25 iscritti alla pagina.
Box “informazioni” della pagina e meta description

Il campo “informazioni” appena sotto l’immagine profilo, è quella che corrisponde al meta name=”description” della fanpage e li è utile mettere keywords descrittive che possono anche tornarci utili ai fini del ranking.

Pubblicato in Facebook, SEO | Lascia un commento

10 case study – campagne marketing su facebook

Terranova – Più Ti piace, Meno Costa

E’la campagna più originale dell’anno, almeno nell’idea. L’idea, era semplice ma efficace. Ogni giorno sulla fanpage di Terranova, veniva condivisa una proposta di un capo d’abbigliamento Terranova, sotto forma di immagine pubblicata sulla bacheca. Ogni volta che un fan cliccava su “mi piace” il prezzo del capo si abbassava di 5 centesimi, fino a raggiungere, mi piace permettendo, anche 0,05 euro.
La campagna ha inoltre il vantaggio di stimolare il buzz, online e offline in quanto gli interessati (soprattutto donne) invitano le loro amiche ad acquistare i capi iscrivendosi alla pagina e cliccando mi piace.

Algida – Cartelli storici

Simpatica è la campagna di Algida su Facebook. Andando nella fanpage di Algida, è presente l’app “Cartelli storici”, dove è possibile personalizzare il proprio cartello storico con logo, colori e gelati che hanno fatto la storia dei gelati Algida. Per giocare si accettano i permessi dell’app e il cartello scelto può poi essere condiviso in bacheca e si possono invitare i propri amici a giocare.

Diesel – I Dislike

Diesel ha messo sotto sopra facebook creando un’app che permette di condividere cosa “non piace” nel mondo. Inserendo una query nella search bar dell’app, vengono restituiti come risultati immagini da Google dove che è possibile scegliere e condividere in bacheca con i propri amici. E’ inoltre poi vedere la classifica delle cose che più non piacciono agli utenti.

3 Italia – Madalina ti vota

Andando nella fanpage della 3, si accede a un app che ti permette di giocare caricando una tua foto e facendoti votare da Madalina. La cosa è carina perché poi la tua foto compare nel video e precisamente, nello smartphone di Madalina che la sottopone a voto. Ovviamente poi il video è condivisibile nella propria bacheca ed è possibile invitare i propri amici a giocare.

Hyundai – Music Awards

Andando nella fanpage di Hyundai è possibile notare una tab iframe che ti invita a caricare il proprio brano musicale sul sito e a farlo votare dai propri amici.

Ikea – tagging delle foto dei mobili

Ikea ha deciso di regalare dei mobili, che venivano pubblicati in bacheca con le foto, ai primi fans che si taggavano. L’iniziativa è stata subito un successo, soprattutto per il buzz che si è creato. Poi, più recente è l‘app della fanpage, questa meno carina, che in occasione del festeggiamento per il raggiungimento 100 mila fan ti permette di caricare una foto e realizzare un mosaico sulla tua foto con i prodotti Ikea.

Alitalia – I like Alitalia

Alitalia, ha creato un app facebook che regalava 50euro di sconto su dei biglietti aerei. Peccato che le destinazioni costassero molto ma molto di più di 50€.

Benetton – Knit Your World

L’app di Benetton ti permette personalizzare una tua foto come se ci stessi cucendo addosso una maglia Benetton con un tuo colore preferito! La foto poi viene condivisa in bacheca con i propri contatti.

Intel – Museum of Me

E’ l’iniziativa di Intel che permette, attraverso il Facebook login di caricare le foto presenti sul proprio account Facebook in una sorta di “museo virtuale” della propria vita su Facebook, che Intel che te le farà visualizzare in seguito come se stessi rivedendo il film della tua storia su Facebook.

Pubblicato in Marketing su Facebook | Lascia un commento

Come aggiungere articoli wordpress nei tabs

Pubblicato in Facebook, Wordpress | Lascia un commento

Classifica brand italiani su Facebook

Nel nostro paese i brand con più sostenitori al mese di dicembre (aggiornato grazie ai suggerimenti dei lettori) sono: Milan (7.186.487) , Gucci (5.764.895), Valentino Rossi (4.228.050),Topo Gigio (3.530.761), Dolce & Gabbana (3.528.476), Nutella (3.490.632), Kinder Surprise (3.345.449), Juventus (2.784.356), Vasco Rossi (2.702.726), Kinder Bueno (2.500.920).

Da qualche mese, però, Facebook ha introdotto, a sorpresa, una nuova metrica per le pagine, visibile a tutti. Si tratta del numero delle “persone che parlano dei contenuti della pagina”. Il calcolo, che considera l’ultima settimana, tiene conto dei like ricevuti pagina, dei post degli utenti sulla bacheca, dei like, commenti o condivisioni dei contenuti pubblicati sulla pagina, delle risposte alle domande postate, delle conferme ad un invito, delle menzioni/tag della pagina, della condivisione o del like di un deal o di un check-in nel luogo associato al brand.

Molto diversa invece è la classifica dei brand che hanno stimolato l’interesse dei “likers”. Ecco la classifica del punto di vista delle persone che ne parlano:
Milan (197.480 persone che ne parlano), Fendi(108.219) Juventus (103.646), Lorenzo Jovanotti Cherubini (96.614), AS Roma (63.044), Alessandro Del Piero (59.482), Gucci (52.228), Vasco Rossi (45.901).

Pubblicato in Facebook | Lascia un commento

Search e videoritrovi su Google +

Google ha integrato un motore di ricerca funzionante all’interno del network.
Facendo una qualcunque ricerca appariranno, prima dei risultati, due menu orizzontali. Il primo permette di filtrare per “qualsiasi contenuto”, “persone”, “post su Google+” e “sparks”.
Il secondo per “risultati più recenti” e “best of”.

La ricerca così migliorata porta con se anche un riposizionamento della funzione “sparks” che permette di pre-impostare, a mò di filtro, ricerche tematiche salvate per una più rapida consultazione.

Videoritrovi: la funzione “hangout” viene portata sui dispositivi mobili, inizialmente su Android, e messa a disposizione degli sviluppatori attraverso le API.
Inoltre viene annunciata la possibilità di fare videostreaming, al momento riservata solo ad alcuni partner. Una volta “in onda”, possono partecipare fino a 9 persone, ma chiunque può assistere alla “diretta”.
Infine i videoritrovi extra che, introducendo nuove funzioni, puntano a far diventare questo strumento un vero real-time collaboration tool
– Condivisione della schermata del desktop
– Sketchpad lavagna condivisa
– Google Documenti: per la scrittura collaborativa
– Videoritrovi con nome: per discutere pubblicamente di un argomento, dal vivo, insieme ad altri utenti di Google+

Pubblicato in Google + | Lascia un commento